The fight has begun

Tutto inizia sempre con una piccola battaglia e una piccola vittoria o sconfitta.

Ti sembra difficile il primo giorno , la prima volta  sei spaventato , sconcertato , incuriosito , timoroso e come una favola che si rispetti si hanno le prime peripezie ma ancora è niente.

Finito il primo capitolo inizi a pensare di aver capito i meccanismi e ti sei fatto un’idea della storia e ti dici ” Cavolo si è stata dura ma c’è l’ho fatta peggio non potrà andare”

Superato il secondo capitolo provi quasi soglievo a pensare che è andata anche meglio di quanto immaginavi e nonostante tutto sei disposto a stare alle regole e continuare a giocare.

Il terzo capitolo diventa pesante tutto prende una svolta che non ti saresti aspettato i volti cambiando e anche le idee , le percezioni si fanno più intense e incominci a chiederti che cosa sia cambiato ma tu sai cos’è.

Il quarto capitolo credevi che non l’avresti  raggiunto eppure nonostante le maschere, gli insulti , gli sputi infaccia, le coltellate , i pianti, il sangue … Hai raggiunto anche stavolta l’obbiettivo e all’estremo delle forze accenni un sorriso .Arrivato a questo punto non ci devono essere incertezze e insicurezze. Ormai sai veramente quali sono le regole del grande gioco e non puoi sottrartene e non puoi commettere fallo o ci stai o vieni risucchiato nell’ombra. Ed è ora che inizia a capire che è questa la realtà ed ora che inizii a giocare seriamente , che sai quali sono le tue carte e sta solo a te sapere come sfruttarle al meglio. Devi costringerti ad alazare la testa e come un gladiatore in doppio petto affrontarli tutti e stenderli uno ad uno . Perchè Morte tua Vita mia questa è l’unica vera regola non detta.

A questo punto il quinto capitolo sta a te scriverlo , sta a te muovere i fili e alla fine la colpa non sarà più riversata sugli altri ma ci sarà un solo responsabile. Piangi, ridi , soffoca, urla , arrabbiati prima di avere bisogno di farlo. Sii fuoco e tempesta per i tuoi nemici e anche per gli amici . Cammina a testa alta e sappi che ci sarà sempre qualcosa che andrà peggio e se questo sembra un capitolo doloroso e perchè ancora non hai nemmeno visto la copertina degli altri .

Uno solo può essere l’urlo di guerra : ” BUONA FORTUNA E CERCA DI RIMANERE IN VITA!”

The fight has begun


Always and forever,

Katrine Petrova.

 

Advertisements

Il Pavone

Si assoccia sempre la vanità dell’uomo a quella del pavone.

Il pavone , però , apre la sua coda nel periodo dei corteggiamenti o per difendersi da un evenutale minaccia.

l’uomo usa la bellezza con malizia e puro egocentrismo o superbia.

È il pavone che deve stare attento a non diventare uomo.

Katrine

vane speranze

Se c’è una cosa che la società di oggi non prende assolutamente in considerazione è la solitudine.

Come si fa a vivere in una società che si basa sulla moda, sui follower su intangram sul numero di mi piace su facebook … in pratica su tutte le superficialità del mondo? Perchè? Perchè così alla fine è più facile… tutti sembrano presi dalle cose del mondo, feste, assemblee,scuola,lavoro e nessuno che per un attimo si fermasse a guardare il suo vicino e per una volta che lo guardasse senza pregiudizio.

Perchè ho come il presentimento che se fossi su un auotbus e stessi per svenire solo se fossi fortunata qualcuno correrebbe in mio aiuto?

Perchè non ho alcuna fiducia nella società?

Probabilmente l’unica risposta è per ciò sopraelencato…in pochi capiranno ciò che voglio dire ma il sistema fa schifo e le persone la maggior parte delle volte sono false! su chi si può contare ? su se stessi e su poche persone fidate anche se non si conosce mai veramente qualcuno .

Chi può dire di essere stato sempre felice, appoggiato, con un amico sincero, un amore stupendo? probilmente pochi o nessuno… arriva sempre il momento in cui ci si sveglia dal sogno o incubo (dipende dai punti di vista)

So bene da dove scaturisce questo mio senso di non apparteneza al mondo ovvero dalle mie esperienze della poca vita che ho vissuto :

Persone che ti giudicano e  basta

Persone che ti insultano e basta

Professori che non sostengono ma affondano

Impegno che non compensa come dovrebbe

Si la frase più banale sarebbe la vita è ingiusta eppure tutti lo sanno e a quanto appare  va bene così dopotutto! L’Unico aggettivo che al momento mi viene in mente è TRISTE e l’unico consiglio che mi viene in mente è NON FATEVI ABBATTERE DALLA SOCIETà E FANCULO L’OTTIMISO NON LO VOGLIO COME SCUDO!

Si ok il consiglio può essere praticabile per un giorno o due ma la vita sa sempre come riuscire a piegarti se ti vuole affondare affondi e allora cosa serve tutto questo?

vivi – soffri- resusciti-festeggi-ami-soffri ancora – serenità-muori.

Se l’epilogo in qualsiasi piano uno si faccia e sempre solo uno ? il minimo comune denomiantore che accomuna tutti gli uomini della terra è sempre lo stesso ed uno solo. CHE SENSO HA TUTTO QUESTO? centinaia ,migliaia,milioni di uomini e donne prima di me si sono fatti la stessa domanda e non si sono riusciti a dare una vera e propria risposta ne sono consapevole eppure è sempre lì ,la domanda è sempre lì che pende sopra le nostre teste e attende solo che qualcuno venga a tagliare la corda…

Sono più che certa che la risposta arrivi ma c’è solo un modo.. così rassicurati da questa insoddisfacente soluzione mettiamo da parte il quesito perchè d’altronde una domanda senza risposta apparente è una domanda inutile.

Non voleva e non vuole essere un articolo sul senso della vita ma dopotutto  il minimo comune denominatore è sempre lì!

A.N.

 

BUON COMPLEANNO!

C’era una volta una raggazza che si sentiva un pò bambina. Si trovava in un parco con alberi molto alti seduta su una di quelle panchine a tavolino tipiche da pick nick, quando vide arrivare il suo ragazzo e il suo volto si illuminò.

Le aveva porso una rosa e le aveva portato una torta con tante candeline. Era il momento più felice che avesse mai vissuto,lo baciò…

La torta scomparve, la rosa scomparve, il ragazzo scomparve

Una lacrima caddè.

Gli insospettabili delitti della casa infondo alla strada (recensione)

Buon pomeriggio mondo!

Today mi sento ispirata e per questo voglio raccontarvi di questo libro scoperto quasi per caso… Si tratta degli “insospettabili delitti della casa infondo alla strada” di Alex Marwood . ( genere thriller)

RISCHIO SPOILER !!!!!! E COME GUARDATRICE DI MOLTE SERIE TV SONO COSTRETTA AD AVVISARVI…  ANCHE SE IMMAGINO SIATE A CONOSCENZA DEL PERICOLO VISTO LA SCRITTA “RECENSIONE” COMUNQUE SIA IO VI AVVERTO!



spoiler allert ∼spoiler allert ∼ spoiler allert ∼ spoiler allert∼spoiler allert ∼spoiler allert



 

Tutto inizia dentro una sala interrogatori con un aria un pò grave e non si capisce bene dove si voglia andare a parare o chi siano i personaggi o l’andamento della storia e trovo che questo sia proprio il bello dei thriller non sai mai cosa aspettarti. Man man ti viene data una panoramica dei personaggi perchè se c’è una cosa che è risucita a fare ALEX MARWOOD è quella di non introdurre troppi personaggi come a volte succede ma quanti bastano per farti affezzionare ad ognuno di loro!

Abbiamo Cheryl la prima di cui sentirete parlare che andando avanti nel libro scoprirete molto di più sul suo carattere un po lascivo.

Collette o ex Lisa la cui storia vi intrigherà subito

Hossein un altro vicino di casa iraniano che ben presto si accorgerà di provare interesse per Collette e la cosa sarà più che reciproca…. Ma attenti non si parla tanto di una storia d’amore anzi viene alimentata solo verso la fine ed è anche questo un punto forte della storia che non cade nei soliti clichè.

Vesta un nonnina simpatica e se non vi ha offerto almeno una decina id volte il tè allora state leggendo il libro sbaglio… In lei molti anche giovani si raffigureranno perchè non c’è nessuno che almeno una volta si è chiesto ma dove sono? cosa sto facendo? ma soprattutto è questo che desidero per me?

Thomas uno di quei personaggi senza quale il libro non esisterebbe estato introdotto piano piano con quel suo alone di mistero stupefacente e anche quando uno capisce che è lui, lui di cui si parlava all’inizio rimane avvolto in quell’aura quasi teatrale e di suspence un gioco giocato stupendamente dalle Marwood. Ha una storiline favolosa al partire dall’aggettivo di AMANTE  e alla sua disperata voglia di comprensione e di qualcuno che lo ami tanto da studiarsi le imbalsamazioni egiziane e non vi anticipo altro…

e poi c’è un’altro vicino il violonista di cui si sente parlare ma nemmeno tanto con una storline un pò banale ma che è servita per lo svolgimento dei fatti senza di lui vesta e collette non si sarebbero dette moltee cose che po Vesta non avrebbe detto a Hossei e Charyl , quindi seppur si possa pensare ad un personaggio inutile non lo è affatto.

il finale? In un’unica parola INTELLIGENTE e come se la pioggia londinese lasciasse nella storia quel suo filo di mistero è un finale senza pretese che finisce come era iniziato con la figura di Cheryl da narratore e quasi” un lieto fine”… e come ogni finale che si rispetti non può che non lasciare qualche domanda ma almeno sappiamo che VESTA realizzerà i suoi sogni e che forse diverranno una grande famiglia felice tutti insieme. Mi è solo dispiaciuto la non esplicitazione del personaggio di Hossein alla fine per sapere se era con loro pronoto per partire verso ILFRANCOBE .

OOh e se c’è una cosa che mi fa impazzire dei libri è la copertina e questa direi che rispecchia a pieno lo stile del libro!

Starei qui a parlare ore ed ore di questo favoloso libro che non riuscirete a dimenticare tanto in fretta una volta finito ma non voglio “spolerarvi ” tutto se no dove sarebbe il divertimetno ?! 😉



Questo era il mio debutto nel mondo delle recensioni , forse un pò troppo di getto ma è comunque un qualcosa di sperimentativo… Buona giornata mondo! Risultati immagini per gli insospettabili delitti della casa in fondo alla strada

 

Katrine Petrova

abbiate il coraggio di cambiare

Dopo 4 mesi di lunga assenza rieccomi qui a disturbarvi con i miei pensieri delle 01:55 di notte o di mattina come preferite 😉

Sinceramente non so nemmeno io di cosa potrebbe mai trattare questo articolo… ma nella mia vita di ora posso dire che una cosa è avvenuta CAMBIAMENTO o quasi.. spero solo che non sia una cosa passeggera ma una cosa che duri e questo però dipende da me più che da chiunque altro e sento di aver giocato male il mio primo giro di carte consigli?

Quello che posso darvi io è quello di lasciarvi andare a qualsiasi cosa scoprite ,non abbiate paura di divertirvi ,dire la vostra, azzardare , fare ciò che nessuno si aspetterebbe da te… perchè? perchè i clichè a lungo andare diventano NOIOSI …. ssoooo booringg :p quindi non c’è niente di meglio che stupire… perchè ci si fanno un sacco di risate … fidatevi , trust me!

kiss kiss Katrine petrova e i suoi peniseri di notte

Abbandonate ogni speranza voi ch’ entrate…

Siamo in periodi di feste e il 24 dicembre sarà l’anniversario della creazione di questo blog letto da 1000000000 di persone o almeno così dovrebbe essere un blog ma a me sinceramente non importa molto tutto ciò l’ho fatto per me stessa come valvola di sfogo e perchè mi piace che poi subentri il giudizio di qualcuno è un elemento accessorio.

Volevo far presente che alla fine dei conti anno dopo anno succede di tutto oppure succede che non cambia niente di niente nella propria vita e allora ci si fa qualche domanda  e si opta per qualche cambiamento per l’ennesima volta ma se alla fine tutto questo non servisse a niente ? Insomma tutto più bello e lucente a natale ma è come un giorno come un altro se non fosse per il problema dei regali e delle cene e i pranzi vigilia e natale… Falsi sorrisi e sempre barboni ai piedi delle strade, tanti abbraccia ma sempre gente che muore, tanto cibo ma sempre gente che soffre , tante luci ma sempre tanto buio tra le strade e nelle case…

Ma ci siamo mai soffermati a pensare :

L’albero perchè si fa ?

il natale perchè si festeggia?  e improvvisamente come mai le chiese si riemponon quando per 364 giorni all’anno il numero e di 10 persone apparte nelle domeniche che si aumenta a 20/40 persone?

il capodanno? ma se il tempo non è esiste…

Direi che tra tutte le festività questa e una tra le più ipocrite e speculative mai esistita sulla faccia della terra. il fatto? e  che come tutte le cose basate su sani principi è stata DISTRUTTA, INFAMATA DALL’UOMO.

FELICI FESTE E BUON NATALE!

k.p.

Previous Older Entries